Arte

La citta' di fili

Viviamo in una città interculturale eppure non ci chiediamo mai cosa voglia dire, fino in fondo, la parola integrazione. Ci troviamo di fronte a mille usi e costumi, lingue e modi di vivere completamente diversi dai nostri, ma poche volte riflettiamo sui profondi cambiamenti che questo fenomeno comporta, interagiamo poco con gli stranieri della nostra città perché siamo troppo di fretta, presi dalle nostre abitudini quotidiane o perché ci sentiamo imbarazzati dalla loro presenza, così a stretto contatto, o ancora più probabilmente perché non li conosciamo.  

Numerosissime iniziative continuano a muoversi all'interno di Firenze tra biblioteche, centri sociali e luoghi  scolastici, con l'ambizione di avviare studi e ricerche sempre più specifiche  su tale problematica creando nuovi orizzonti per lo sviluppo futuro del paese: si tratta di conferenze, meeting, corsi, didattica.

Quando si parla di interculturalità si tende spesso a fare confusione con un altro termine: multiculturalità.

Le due espressioni non coincidono: si tratta di una delle tante imprecisioni legate al linguaggio comune. Per multi-culturalità si intende uno stato di fatto, una data realtà, si allude alla presenza di culture differenti che vivono nello stesso spazio ma che, non per questo, lo condividono. Il processo è statico.

Nel termine inter-culturale, l'attenzione risiede nel valore del processo di interazione tra le singole differenti culture. La globalizzazione in cui viviamo implica l'interculturalità intesa nell'accezione di un processo di tipo dinamico, perchè presuppone uno scontro e uno scambio, basi che danno vita a forme di arricchimento e progresso sociale. Tali riflessioni determinano sempre e comunque lo spazio comune come luogo di incontro, lo stesso del quale trattavamo all'inizio, creando all'interno della nostra individualità una migliore apertura nei confronti di chiunque ci sta intorno. Promuovere e sensibilizzare sono azioni che dovremmo fare tutti; l'interazionalità è l'unico percorso praticabile per una pacifica e continua convivenza.

 

Problemi di spazio?

 percorrere insieme 

 la medesima strada, 

della medesima città

sul medesimo filo...

può essere un problema?

 

Le città di fili: 

il nuovo mondo!

 

 

 

 

Ilaria Leganza

 

Condividi


Facebook Twitter

C.M.S. NeoComete