Curiosità

Angoli nascosti: Piazza del Limbo

Percorrendo Borgo Santi Apostoli e giunti a metà del suo tracciato, troviamo un'altra particolarità nascosta della nostra città, ovvero Piazza del Limbo. La piazza prima dell'anno Mille era situata al di fuori della cerchia romana, solo con la realizzazione delle fortificazioni di epoca carolingia (X secolo) fu inglobata insieme alla porzione di terra che arrivava fino all'Arno. Il suo toponimo deriva da un piccolo cimitero in cui venivano seppelliti i bambini che erano morti senza ricevere il sacramento del Battesimo e pertanto secondo la tradizione cattolica erano destinati a popolare con le loro anime il Limbo. 

limbo, piazza, pasqua, scoppio, carro, borgo

Intorno all'anno Mille il cimitero fu dismesso e al suo posto sorse la Chiesa dei Santi Apostoli, la quale ha mantenuto un impianto altomedievale al suo interno. Sulla facciata, due targhe rievocano due leggende legate alla sua fondazione: la prima, posta a sinistra della facciata, narra che la chiesa sia stata inaugurata da Carlo Magno il 6 aprile 801, alla presenza dei paladini Rolando e Uliviero e del vescovo Turpino. La seconda ricorda la figura del priore Ugolotto (morto nel 1333), che durante il suo priorato fece eseguire varie opere di restauro, incluso l'ampliamento dell'edificio e la decorazione del soffitto ligneo.

All'interno della chiesa, in fondo alla navata sinistra, sono conservate, in un tabernacolo in maiolica policroma di Giovanni della Robbia, le pietre portate da Pazzino de' Pazzi dalla Terrasanta dopo la prima crociata, con le quali il giorno di Pasqua viene acceso il fuoco per azionare la colombina per il tradizionale Scoppio del Carro in piazza del Duomo.

limbo, piazza, pasqua, scoppio, carro, borgo

Da Piazza del Limbo parte una delle due processioni della festa dello Scoppio del Carro, quella che, dopo l'accensione del fuoco con le sacre pietre focaie conservate in Santi Apostoli, si ricongiunge all'altra, in Piazza della Repubblica, assieme alla quale si dirige verso la mèta finale di Piazza del Duomo.

Sul lato prospiciente Borgo Santi Apostoli si vede la struttura, oggi chiusa, degli ottocenteschi Bagni nelle antiche terme, un tempo bagni pubblici, realizzata da Antonio Peppini sul sito delle terme romane di Florentia. Una targa a destra dell'edificio ricorda come il Sig. Peppini ricevette l'autorizzazione a chiudere dei vicoli a fianco dello stabilimento, ignorando il fatto che questi fossero presenti sin dal Medioevo.  

 

Lorenzo Sieni

Condividi


Facebook Twitter

C.M.S. NeoComete