Curiosità

Chiese da riscoprire: Ss. Simone e Giuda

Chiesa dei Santi Simone e Giuda a FirenzeCapitolo sesto della rubrica Chiese da riscoprire, curata dallo storico Lorenzo Sieni.
Tra Signoria e Santa Croce, a Firenze, c'è una piazzetta, intitolata a San Simone. È lì che si trova la sorprendente chiesa dei Santi Simone e Giuda.

 

 

 

La chiesa dei Santi Simone e Giuda nacque originariamente come oratorio dei Vallombrosani di Badia intorno al 1192. Nel 1247 il vescovo Ardengo Trotti la consacrò, dopo che era stata prima ingrandita, nel 1209, poi ricostruita, nel 1243.

L'edificio ospita le spoglie dell'allievo di Filippo Lippi Raffaellino Del Garbo, morto nel 1524.

L'alluvione del 1537 danneggiò pesantemente la chiesa, che venne ristrutturata nel 1630 dall'architetto Gherardo Silvani su commissione di Bartolomeo Galilei, Cavaliere di Malta e maggiordomo dei Medici

Il portale della chiesa dei Santi Simone e Giuda presenta due colonne in pietra serena scannellata poste a sostegno di un arco decorato di bassorilievi ornamentali. Nella lunetta è raffigurata la Vergine tra i Santi Apostoli Simone e Giuda, realizzata da Nicodemo Ferrucci. Sulla sinistra c'è una lapide in marmo, con iscrizione in caratteri longobardi, in ricordo della fondazione.

L'interno, ad aula, è scandito da partiti architettonici in pietra serena. Il soffitto ligneo, datato 1670 circa, è splendidamente intagliato in verde ed oro e reca la croce dell'Ordine dei Cavalieri di Malta e l'arme dei Galilei.

Particolare menzione merita il San Pietro in cattedra del Maestro della Santa Cecilia (1307), pittore anonimo considerato tra le più importanti personalità della scuola giottesca attive a Firenze nei primi anni del Trecento. Di Jacopo Vignali (Apparizione del Cristo in passione a San Bernardo e le Stimmate di San Francesco) e Francesco Curradi (Assunzione), due artisti attivi a Firenze intorno al 1630, e del già citato Nicodemo Ferrucci (Immacolata Concezione con Adamo ed Eva incatenati), sono le opere che ornano gli altari laterali.

 

Lorenzo Sieni

Condividi


Facebook Twitter

C.M.S. NeoComete