Curiosità

La ruota degli esposti

Ruota InnocentiIn Piazza SS. Annunziata, sotto il Portico degli Innocenti disegnato da Filippo Brunelleschi e riconosciuto per i famosi puttini di Andrea della Robbia, è visibile nella testata di sinistra, sopra alcuni gradini, una finestra che oggi appare inferriata...

...All'interno della finestra era stato posto un tamburo ruotante di legno e a fianco della stessa una campanella con un cordone. Le madri che non potevano o non volevano mantenere i propri bambini appena nati si recavano sotto il loggiato, salivano i gradini, deponevano il piccino nella ruota, suonavano la campanella e si allontanavano indisturbate.

La finestra comunicava con un corridoio interno allo Spedale ed al suono della campana una suora accorreva per ruotare il tamburo e per accogliere il trovatello. Spesso le madri legavano al collo dei bambini abbandonati dei piccoli ciondoli, apparentemente insignificanti, come bottoni, medagliette, pezzi di stoffa, anelli, immagini sacre o nastri colorati. Quelli erano invece segni anonimi di riconoscimento che venivano gelosamente conservati dalle suore e che avrebbero permesso di identificare il bambino negli anni successivi qualora la madre avesse avuto la volontà o la possibilità di riprendersi con sé la propria creatura. Ancora oggi si possono osservare questi oggetti, non senza una certa emozione, nel museo dello Spedale.

 

Buongiorno Firenze

Condividi


Facebook Twitter

C.M.S. NeoComete