Curiosità

La viuzza chiamata Amorino

via dello amorino, via dello amorecchio, firenze, imelda zeqiriI fiorentini conoscono bene quella via che si trova tra Piazza Madonna degli Aldobrandini e Via Sant'Antonino, ma i turisti sono mai andati a visitare questa piccola viuzza conosciuta come Via dell'Amorino? Una stradina indubbiamente molto breve, decisamente poco sfarzosa, sicuramente un pò stretta e anche poco illuminata, ma pare che fosse un luogo assai amato a suo tempo dal pubblico maschile, solitamente in servizio militare, quasi sempre non coniugato. 

Questa via di Firenze ha sempre nascosto aneddoti di passione e lussuria. Le versioni narrate su ciò che accadeva in questa via di Firenze sono tante e altresì misteriose. Forse che il nome, via dell’Amorino, voglia intendere una stradetta rispetto alla maggiore, via dell’Amore, per cui è stato usato il diminuitivo? Il vecchio nome di questa stradetta era però un altro, ovvero via dell’Amoricchio.

Si narra però che in questa strada si sia consumato l'epilogo di un triangolo amoroso tra Nicia Calfucci, Lucrezia sua moglie e l'amante di lei, un tale Callimaco Guadagni. Qualcuno afferma che il nome derivi da una fanciulla dai facili costumi che intraprendeva più di una relazione contemporaneamente. In via dell’Amorino fino al 1958, con l’attuazione della Legge Merlin, ci furono continui movimenti di donne che amavano flirtare ed occuparsi degli uomini. Questa viuzza però fu costretta a dire addio al via vai di uomini che la percorrevano in cerca di piacere. Misteri e amori nella nostra amata Firenze.

 

Imelda Zeqiri


 

Condividi


Facebook Twitter

C.M.S. NeoComete