Ecologia

Invasioni botaniche: i tulipani

Vera e propria esplosione di colori a Firenze con i meravigliosi tulipani sbocciati in tutte le piazze della città. I fiori di tonalità gialle, rosse e bianche, accarezzano la città e la accompagnano in queste prime giornate primaverili. Ma conoscete la storia di questi fiori così delicati e allo stesso tempo forti e pieni di vigore?

Questo fiore tanto amato dai cittadini fiorentini è tra i primi a sbocciare ogni anno nei vari giardini, anche quelli dove ci sono rimasugli di neve ancora fresca. 

 

tulipani, firenze, prati, giardini, primavera, storia

 

Il nome di questo fiore così delicato deriva dal turco "tullband"  e sta ad indicare i turbanti di mussola che assomigliano ai tulipani fioriti. La sua bellezza affascinò artisti di tutto il mondo dopo che un bulbo venne piantato nei giardini reali olandesi. La cultura del tulipano si diffuse a macchia d'olio in Olanda, dove venivano anche cucinati, in Giappone dove i bulbi essiccati venivano macinati a farina e in Francia dove le dame le utilizzavano per i bouquet. La "tulipanomania" si propagò in tutta Europa e ancora oggi troviamo traccia dell'importanza di questo fiore sia in campo economico, sia sociale. 

Il tulipano sta a significare l'amore perfetto e l'amante ideale, ma anche il successo e la vita eterna. Nell'antichità era simbolo di ricchezza e di potere e persino nel secondo millennio si regalano mazzi di tulipani quando si ottengono dei traguardi a livello lavorativo o di promozione sociale. Spesso si regalano i tulipani a chi compie gli anni, ma anche a quelle mamme e papà che sono in attesa del loro bambino. 
Firenze viene invasa annualmente dalla bellezza di questi fiori e speriamo che questo rituale non si spezzi nel tempo.

 

Gabriele Giusti
fiori_piante@yahoo.it

Condividi


Facebook Twitter

C.M.S. NeoComete