Eventi - Altri eventi

Fabbrica Europa 2017

Logo Fabbrica Europa 2017Si snoda tra Firenze, Prato, Arezzo e Livorno la XXIV edizione del Festival Fabbrica Europa, il contenitore di musica, danza, teatro e arte contemporanea in arrivo dal 4 maggio al 15 giugno.
L'inaugurazione sarà affidata alla belga Anne Teresa De Keersmaeker, che presenterà in prima nazionale la pièce A Love Supreme.

 


Gli spettacoli e i concerti avranno luogo su tutto il territorio regionale toscano, ma il punto cardine dell'evento sarà, come di consueto, la Stazione Leopolda di Firenze, città nella quale saranno coinvolti anche la Palazzina Ex Fabbri, Le Murate, Cinema La Compagnia, Quartiere isolotto e Limonaia di Villa Strozzi. Protagonisti, i massimi esponenti delle performing art provenienti da Europa, Medio Oriente, India e Cina.

Eppur non basta - Marco ParenteJérôme Bel, con Gala, accenderà i riflettori sulla danza "domestica", quella che si può praticare a casa propria, senza tecnica né finalità estetiche. Prélude, di Cristina Kristal Rizzo, sarà un tributo alla purezza della danza collettiva, governata da forze invisibili, capaci di amalgamare tra loro sequenze di gesti e movimenti. Matthew Herbert, uno delle figure più importanti della scena elettronica internazionale, farà ballare su note venate di nu jazz. Claudia Catarzi giocherà con le pause, i ritardi e gli anticipi, nella sua nuova creazione coreografica A set of timings. Marc Ribot, chitarrista di Tom Waits, e Oren Ambarchi, daranno vita a due veri e propri universi sonori, mentre gli spagnoli Loscorderos.sc, insieme al duo di musica elettronica Za!, proporranno un'esperienza musicale-teatrale-performativa inusuale (Afasians - The Last Conference).
Marco Parente, a 20 anni dall'esordio, dopo aver collaborato con personaggi del calibro di Manuel Agnelli, Stefano Bollani e Paolo Benvegnù, tornerà con Eppur non basta (immagine a destra). La capoverdiana Mayra Andrade porterà al festival il suo talento vocale, con un repertorio in bilico fra tradizione e influenze cubane, francesi e portoghesi. Il chitarrista Adriano Viterbini, che ha suonato con Tre Allegri Ragazzi Morti e Verdena, sarà protagonista di un live a tinte blues, mentre i Marlene Kuntz chiuderanno a Fabbrica Europa il tour Onorate il Vile.

Anan AtoyamaDal Medio Oriente e dall'Oriente arriveranno, tra gli altri, il tunisino Hamdi Dridi, con Tu Meur(s) de terre, dedicato al padre scomparso, Anan Atoyama, coreografa giapponese che assieme al musicista Keiji Haino stimolerà l'immaginazione del pubblico in un turbinìo di sensazioni visive e auditive (immagine a sinsitra), e l'indiano Jayachandran Palazhy, che presenterà Bhinna Vinyasa, un'esperienza intensa che si ispira agli antichi concetti dell'ātman (anima individuale) e del paramātman (anima universale).

Questi sono solo alcuni degli artisti e degli spettacoli in calendario. Presente, anche in questa edizione, la sezione formativa Around 35, con workshop pensati per danzatori professionisti e nuove leve. 

L'opera simbolo del festival sarà ROPE. Possibilities of binding, dell'artista belga Ief Spincemaille, una fune lunga 100 metri e col diametro di 30 centimetri realizzata dai detenuti del carcere di Leuven, che creerà spazi poetici a sorpresa in varie zone di Firenze. 

Programma completo su fabbricaeuropa.net.

 

Alessio Lamanna

Condividi


Facebook Twitter

C.M.S. NeoComete