Eventi - Altri eventi

Festival degli Scrittori 2014

Logo Festival degli Scrittori Firenze 2014Quarta edizione del "Festival degli scrittori" in arrivo a Firenze, dal 12 al 14 giugno. L'evento, quest'anno, è anche l'occasione per festeggiare il centenario della nascita di Gregor von Rezzori.

Due le iniziative principali dedicate allo scrittore nato a Czernowitz nel 1914: il recital "Sulle tracce di Gregor von Rezzori", che si avvale dell'interpretazione di tre grandi artisti di fama mondiale, quali Valeria Golino, Isabella Rossellini e Ralph Fiennes; il dialogo internazionale – sull'onda dell'uscita de "La morte di mio fratello Abele" (Bompiani) e "Il cigno" (Guanda) – fra Paolo Di Paolo, Daniel Kelhmann, Volker Schlondorff e Edmund White, sulla statura letteraria di von Rezzori.

Eventi collegati: Premio Gregor von Rezzori e Dave Eggers a "Il Porto delle Storie".

Premio Gregor von Rezzori

Premio per la migliore opera narrativa straniera, alla sua ottava edizione. I candidati:

  • Leopoldo Brizuela (La Plata, 1963), con "Una stessa notte" (Ponte alle Grazie);
  • Maylis de Kerangal (Tolone, 1967), con "Nascita di un ponte" (Feltrinelli);
  • Dave Eggers (Chicago, 1970), con "Ologramma per il re" (Mondadori);
  • Georgi Gospodinov (Jambol, 1968), con "Fisica della malinconia" (Voland);
  • Tom McCarthy (Londra, 1969), con "C" (Bompiani).

La premiazione avrà luogo sabato 14 giugno alle ore 18, nel Salone dei Cinquecento di Palazzo Vecchio.

Dave Eggers a "Il Porto delle Storie" - venerdì 13, alle ore 11

Dave Eggers, fondatore di "826 Valencia", una scuola di scrittura no profit per bambini e ragazzi tra i 6 e i 18 anni, che garantisce anche laboratori (giornalismo, cartooning, ecc...) e doposcuola gratuiti e assistiti in zone periferiche e multietniche, farà visita, venerdì 13 (ore 11), ai bambini de "Il Porto delle storie", progetto avviato da poco a Campi Bisenzio da Leonardo Sacchetti ed altre persone, sulla scia del successo dell'iniziativa di Eggers. Ai ragazzi de "Il Porto delle Storie" è stato chiesto di omaggiare lo scrittore inventando la storia dei suoi libri a partire dalle immagini presenti nelle copertine. "826 Valencia", basata sulla convinzione che la scrittura sia fondamentale per creare la propria identità, ha avuto un grande seguito negli Stati Uniti: più di 1.400 volontari (scrittori, fondatori di riviste, registi, ecc...) hanno dedicato il loro tempo a migliaia di studenti. Da essa, sono nate 7 sedi sparse sul territorio.

Nei giorni del Festival il pubblico avrà modo di conoscere molti scrittori apprezzati in tutto il mondo. Fra di essi, Emmanuel Carrère terrà al Cenacolo di Santa Croce la lectio magistralis intitolata "La somiglianza"; Jonathan Lethem, presenterà in prima nazionale "I giardini dei dissidenti" (Bompiani) e incontrerà Roberto Andò, Giuseppe Civati e Paolo di Paolo per una discussione su opposizione, politica, storia e futuro della sinistra; Bernardo Bertolucci e Michael Cunningham, assieme a Carrère, saranno protagonisti di un dialogo su cinema e letteratura, dal titolo "The dreamers: come trasformare le parole in immagini"; Vendela Vida, direttrice di "The Believer", discuterà con Giorgio Van Straten, Michele De Mieri, Pietro Galeotti e Teresa Ciabatti, sulle modalità di parlare dei libri in tv, radio e blog; Giorgio Pressburger, presenterà la sua "Storia umana e inumana" (Bompiani) e Alberto Arbasino i suoi "Ritratti italiani" (Adelphi).

 

Buongiorno Firenze

Condividi


Facebook Twitter

C.M.S. NeoComete