Eventi - Altri eventi

La giornata della memoria

27 Gennaio giorno della memoriaCome ogni anno Firenze si appresta a celebrare la "Giornata della memoria", per ricordare la tremenda lezione storica dello sterminio degli ebrei ad opera del nazifascismo. Le manifestazioni istituzionali prevedono, la mattina di mercoledì 27 gennaio, alle ore 8, l’esposizione delle bandiere a mezz'asta in Palazzo Vecchio. Alle ore 9, in vari luoghi della città verranno deposte corone di alloro presso i monumenti e le lapidi poste a memoria della deportazione e dei campi di sterminio. Alle ore 15.30, nel Salone dei Cinquecento, seduta solenne del Consiglio Comunale durante la quale verrà celebrata la Giornata della Memoria e conferita la Cittadinanza Onoraria alle sorelle Andra e Tatiana Bucci, sopravvissute dell'Olocausto.

La nostra città propone svariati incontri per non dimenticare quanto è successo ai nostri avi solo qualche decennio fa. La storia non può finire nell'oblio ed ognuno di noi ha il dovere di informarsi e di immagazzinare nella propria memoria quanto di più doloroso ha vissuto il popolo ebreo sterminato dalla follia ideologica di alcuni uomini di potere. 

CAFFÈ LETTERARIO DELLE MURATE
Vecchie e nuove discriminazioni

26 gennaio, ore 18.30,  presentazione del libro "Il ring degli angeli" di Stefano Paolo Giussani, edito da Robin Edizioni. A cura dell'Associazione culturale La Nottola di Minerva, in collaborazione con Amnesty International Italia e Micaela Frulli, docente di Diritto internazionale e diritti umani, Università di Firenze. A seguire spettacolo teatrale "Bent", di Martin Sherman, in scena al Teatro di Rifredi, per la regia di Lorenzo Tarocchi. Un libro, che raccoglie sedici racconti e una fiaba sul tema dell'omofobia, e uno spettacolo teatrale, che narra l'incontro e l'amore tra due omosessuali nella condizione più estrema, il campo di concentramento, per riflettere e discutere su temi che, oggi come ieri, rimangono purtroppo terribilmente attuali.

28 gennaio, ore 18.30, "Il Confine della memoria - Itinerario con voci narranti", a cura di La Nottola di Minerva, in collaborazione con le Persone Libro dell'Associazione Donne di Carta, e con il patrocinio della Comunità Ebraica di Firenze. Saranno presenti "Persone libro" da tutta la Toscana (per ‘persona libro’ si intende qualcuno che ha interiorizzato un libro, sul modello di ‘Fahrenheit 451’). Sonorizzazioni dal vivo di Renato Cantini (tromba) e Gabriele Savarese (violino).
Un percorso itinerante, nel distretto delle Murate, attraverso le testimonianze, per recuperare i valori della trasmissione orale della memoria come luogo di confine tra passato e futuro. Partendo dal Caffè Letterario Le Murate, una passeggiata letteraria in alcuni dei punti più suggestivi dell’ex carcere.

 

Buongiorno Firenze tramite Comune di Firenze

Condividi


Facebook Twitter

C.M.S. NeoComete