Eventi - Musica

Susanna Parigi alla Feltrinelli

Apnea Susanna ParigiIl 16 Giugno, la cantautrice fiorentina Susanna Parigi, è stata ospite alla libreria Feltrinelli, per presentare il suo nuovo disco: "Apnea". L'incontro è stato condotto dal giornalista Marco Ferri, che ha posto diverse domande all'artista, utili per il pubblico a capire meglio di cosa tratta il lavoro. "Apnea" è un'opera in tutto e per tutto pop, con un occhio di riguardo ai grandi artisti italiani del passato ed una certa ricerca negli arrangiamenti e nelle sonorità.

Nella scelta del titolo, Susanna ha voluto riassumere il suo personale momento artistico, che le ha permesso di produrre 9 canzoni, denominate dalla stessa "personali proposte per la musica", che tentano di essere originali nella forma e nei contenuti.

Susanna Parigi

Con l'aiuto del chitarrista Matteo Giudici, col quale lavora ormai da 10 anni, la fiorentina ha eseguito 5 brani del disco in uscita e 2 brani di lavori precedenti.

Il primo pezzo eseguito è stato "Filtro Elettronico", una canzone che parla di tutti quegli apparecchi che oggi fanno da tramite alle relazioni umane, in un certo senso "filtrandole"; il secondo pezzo è stato "L'uomo che cammina", una sorta di parabola riguardo un uomo politico che sceglie il suo lavoro solo per vocazione, a dispetto di ciò che vediamo al giorno d'oggi; si è poi continuato con "Carica Erotica", dedicata alla cantante Petra Magoni, amica di Susanna; per poi passare alla canzone "Venivamo tutte dal mare", preceduta dalla lettura, da parte di Susanna, di una poesia di Erri De Luca, intitolata "Pentimento", dalla quale ha dichiarato di aver tratto ispirazione nella stesura del brano; il quarto pezzo è stato quindi "Tutte le cose si attaccano addosso", che tratta delle scelte connesse alla vita, delle loro conseguenze e dei loro, talvolta inevitabili, rimorsi; ultima canzone di "Apnea" eseguita, è stata infine "Che Noia", un pezzo che ricorda il primo Bennato, a testimonianza della grande versatilità dell'autrice, capace di passare da un genere all'altro con disinvoltura. I restanti due pezzi interpretati, come detto in precedenza non provenienti dal nuovo album, sono stati "La tensione" e "Amada".

Nella sua umanità, modestia ed esaustività nelle risposte, così come nelle ottime interpretazioni fornite, Susanna Parigi ha dimostrato di essere un'ottima persona ed un grande talento della musica, oltre che una vera professionista, in grado di tenere la medesima intensità nell'esecuzione live di brani anche molto differenti tra loro.

 

Riccardo Perfetti

Condividi


Facebook Twitter

C.M.S. NeoComete