Letteratura

Induismo, la cultura e le tradizioni

Induismo, la cultura e le tradizioni dello Oriente indiano, Giorgio Renato FranciSpesso e volentieri evitiamo di entrare in contatto con le altre culture e tradizioni perchè ci "fanno paura", destabilizzano il nostro Atman (io-interiore), sono distanti dal nostro modo di percepire la realtà, a volte riconducibili all'esoterismo, ma non capiamo in verità il valore aggiunto della realtà molteplice e dei mondi affascinanti e misteriosi che si celano nella visione antropologica, piuttosto che religiosa, dell'Oriente. Giorgio Renato Franci, docente di filosofia all'Università di Bologna, ci aiuta a farci un'idea de "L'Induismo, la cultura e le tradizioni dell'Oriente indiano". 

All'interno di questo breve excursus sul Sanathana Dharma, l'autore ci aiuta a comprendere come l'Induismo non si possa limitare ad essere definito una religione, piuttosto uno stile di vita che coinvolge non solo il Sé individuale, Atman, ma anche e soprattutto il Sé universale, Brahman. Il volume esplora i valori di una "religione" senza fondatori, le tradizioni, nonchè i popoli che ne sono la chiave per accedere alla lettura di una realtà distante, ma così tanto vicina alla completezza della ricerca interiore.

Leggendo Franci è ancora più facile comprendere il valore, l'interesse, il prestigio nonchè l'influenza che rivestono questi popoli portatori di sapere e di ricerca spirituale sul resto del mondo. La grandezza degli Occidentali sta nell'accettare il caleidoscopio creativo del genio indiano, il quale sapientemente accoglie la vita del flâneur cosmico e ne esalta la rilevanza sociale. Il cuore dell'Induismo viene esaltato da ogni angolazione e Franci, con la sua erudita e moderna penna, decanta il ruolo di questa legge primordiale tesa a facilitare la rottura del samsara, o meglio conosciuto come ciclo delle morti e rinascite. Un volume da leggere e rileggere.

 

Imelda Zeqiri

 

Condividi


Facebook Twitter

C.M.S. NeoComete