Letteratura

Pratica del Digiuno breve

Pratica del Digiuno breve, di Giuseppe Cocca"L'astensione dal cibo evoca nella mente della maggioranza delle persone immagini di carestie, sofferenze, denutrizione infantile, morte. Molti dicono Io non potrei mai farlo". Giuseppe Cocca, nel suo volumetto "Pratica del Digiuno breve" insegna come in realtà sia possibile disintossicarsi attraverso la semplice pratica dell'astensione temporanea dal cibo. Tutti sono ben consapevoli dell'importanza che ha avuto ed ha tutt'ora il cibo per la nutrizione del nostro corpo, ma pochi sanno che l'organismo necessita di fasi di riposo per espellere le scorie che influiscono sulla salute e sul benessere.

 

Le virtù del digiuno sono conosciute dall'antichità e Cocca ne riprende le caratteristiche per spiegare l'igienismo applicato. L'autore, con semplicità ed erudizione, spiega al lettore che l'astensione dal cibo è un'ottima esperienza di riequilibrio psico-fisico e di presa di coscienza del proprio corpo. L'arte del digiunare è una possibilità di mangiare sano e Cocca ne è ben consapevole, essendo lui stesso un medico. Chi necessita di ulteriori informazioni, dovrà seguire uno specialista affinchè non si verifichino complicanze durante la disintossicazione. I dettagli forniti da Cocca sono solo un primo passo verso la purificazione dell'organismo, ma non sufficienti per eseguire autonomamente e senza problemi la pratica del Digiuno Breve.

 

Imelda Zeqiri

 

Condividi


Facebook Twitter

C.M.S. NeoComete