Letteratura

Un Nuovo Mondo

Un nuovo mondo, Eckhart TolleEckhart Tolle, il più famoso maestro spirituale contemporaneo, si presenta dinnanzi a me con il suo volume "Un Nuovo Mondo" uscito nelle librerie di tutto il globo nel lontano 2005. Non lo conosco e non ho mai sentito parlare di lui prima di ora, ma negli Stati Uniti sembra essere un idolo, uno di quei guru filosofi ed oratori nati per riportare in auge la spiritualità e la consapevolezza del qui ed ora. L'autore di "Potere di Adesso" mi spaventa un pò con questo suo nuovo lavoro e sono incerta se immergermi nuovamente in quest'avventura. Decido di donargli fiducia e inizio a sfogliarlo.

Il saggio si rivela come un viaggio nel mondo egocentrico dell'uomo moderno, sempre più concentrato a manifestare e a fare, piuttosto che a ricercare una consapevolezza interiore. È proprio questo il modello predominante che diviene il primo e maggiore nemico della nostra vita. L'essere umano non contempla la bellezza del momento presente, contrariamente proietta sè stesso in un futuro incerto e nei progetti. Se cercassimo di focalizzare la nostra attenzione sul presente, in quella frazione di secondo che non appartiene né al passato né tantomeno al futuro, ci potremmo accorgere della nascita di una nuova vita e della creazione di un nuovo mondo interiore ed esteriore pieno di magia e di amore.

Tolle mi ha accompagnata in un percorso di trasformazione, di contemplazione e di insegnamento del grande gioiello spirituale che abita in ognuno di noi. Il filosofo riesce ad unire e a sintetizzare Oriente ed Occidente, cercando di prenderci per mano e di proiettarci in questi due mondi paralleli che, talvolta, si intersecano e ci rivelano la straordinaria bellezza della vita. L'intuito aveva percepito il potere di questo libro scritto per coloro che sono alla ricerca dell'io interiore, di quella pace e serenità che si possono acquisire solo ed esclusivamente ridimensionando il nostro ego e la voglia di raggiungere il prima possibile il futuro, senza accorgerci che la vita trascorre e ci siamo persi il viaggio.

 

Imelda Zeqiri

Condividi


Facebook Twitter

C.M.S. NeoComete